Knowledge
Casa > Knowledge > Contenuto
emostasi
- Aug 17, 2018 -

Emostasi: smetti di sanguinare. Quando la continuità della parete del vaso viene interrotta, i seguenti quattro eventi possono prevenire ulteriori sanguinamenti: vasocostrizione, trombosi piastrinica, coagulazione del sangue e meccanizzazione.

vasocostrizione

Dopo che la continuità della parete vascolare viene interrotta, la parte danneggiata e i suoi vicini vasi sanguigni si contraggono immediatamente, il che può immediatamente ridurre il flusso sanguigno; se la bocca danneggiata non è grande, il processo di sanguinamento può essere risolto direttamente. I meccanismi che mediano la vasocostrizione sono:

La stimolazione meccanica conduce direttamente alla contrattura della muscolatura liscia della parete vascolare.

Neuroreflessione: le terminazioni nervose dei vasi sanguigni danneggiati e dei tessuti circostanti sono impulsive, formando un arco riflesso attraverso le fibre del dolore o altre fibre sensoriali.

Il tessuto periferico danneggiato e le piastrine attivate rilasciano sostanze vasocostrittrici come il trombossano A2.

2. Trombosi piastrinica

La continuità compromessa della parete del vaso provocherà un'esposizione al collagene e il collagene esposto attiva le piastrine. Successivamente, le piastrine appaiono adesione, aggregazione e reazioni di rilascio, che possono formare un trombo piastrinico. A questo punto, la prima fase dell'emostasi è completata. Sebbene il trombo piastrinico sia molto morbido, svolge anche un ruolo nel limitare la velocità del flusso sanguigno e ridurre la quantità di sanguinamento nella fase iniziale del sanguinamento e crea le condizioni per l'avvio del meccanismo di coagulazione del sangue. Per i danni ai piccoli vasi sanguigni, l'intero processo emostatico può essere completato dalla trombosi piastrinica da sola. Infatti, il corpo ha molte rotture spontanee di piccoli vasi sanguigni ogni giorno. Pertanto, in circostanze normali, la trombosi piastrinica ha anche l'effetto di riparare la parete dei vasi sanguigni.

3. Coagulazione

Dopo che l'endotelio vascolare è danneggiato, il fattore tissutale e il collagene sottostante sono esposti, e le vie esogene ed endogene possono essere attivate, rispettivamente, per avviare il meccanismo di coagulazione. Inoltre, le piastrine attivate attivano anche meccanismi di coagulazione del sangue rilasciando più sostanze e accelerando il processo di coagulazione. Il prodotto finale del meccanismo di coagulazione è la fibrina, che forma un forte coagulo di sangue. A questo punto, completa la seconda fase dell'emostasi.

4. Macchina

Poco dopo l'inizio del meccanismo emostatico, fu attivato anche il meccanismo di fibrinolisi, sciogliendo lentamente i coaguli di sangue formati; i fibroblasti sono stati gradualmente spostati nei coaguli di sangue e i coaguli di sangue sono stati sostituiti da tessuto connettivo fibroso per completare la riparazione.